BALENE E TEMPESTE

BALENE E TEMPESTE

“Nico viveva in riva al mare con il suo papà e sei gatti”… avete trovato i gatti? Compaiono tutti e sei nella prima pagina delle due storie e poi in alcuni momenti nelle pagine successive.

Nel primo libro Nico incontra e salva una balena finita sulla spiaggia mettendola… nella sua vasca da bagno! Poi con l’aiuto del papà dovrà riportarla in mare.

Nel secondo libro sarà la piccola balena a salvare Nico dal ghiaccio, una notte in cui si era messo in viaggio per cercare il padre che non era ritornato a casa.

Quanti stati d’animo attraversano le storie.
C’è tenerezza, c’è l’entusiasmo di Nico verso i diversi accadimenti che vive nelle sue giornate, c’è la pazienza di un padre, spesso lontano da casa per lavoro ma sempre in ascolto verso il figlio, e c’è un rapporto di profonda riconoscenza tra le balene e Nico.
In entrambi i libri, inoltre, troviamo un momento in cui Nico e il suo papà si abbracciano. È un abbraccio di affetto che custodisce un ritrovarsi, un cercare quella conferma della presenza dell’uno per l’altro.

Le illustrazioni catturano subito l’attenzione, sono coinvolgenti nella loro sequenza narrativa, soprattutto quelle che si riempiono di particolari (gli interni della casa e della barca) o quelle che ci raccontano i momenti di disponibilità e di affetto tra i protagonisti delle storie.

La grafica di Benji Davies ha un segno pulito, nitido, che non si perde in dettagli superflui, ci sorprende con l’alternarsi di luce piena e di buio, quello della sera e quello delle situazioni di pericolo.

Due libri che devono stare insieme, non si può scegliere uno o l’altro.
“La balena della tempesta” ha creato lettori che non sono più riusciti a separarsi da questo libro.
“La balena della tempesta in inverno” non ha tradito le aspettative e i lettori l’hanno accolto con lo stesso entusiasmo.

Consigliati dai 3 anni.

La balena della tempesta
La balena della tempesta in inverno
Benji Davies, Edt Giralangolo

https://benjidavies.squarespace.com/