COSA LEGGERE AI BAMBINI NELLA FASCIA 0-12 MESI?

COSA LEGGERE AI BAMBINI NELLA FASCIA 0-12 MESI?

(Primo articolo)

Sei alle prese con le prime proposte di lettura?
E vuoi capire come orientarti nello straordinario mondo dei libri per bambini?
Le proposte editoriali rivolte ai bambini che non hanno ancora compiuto un anno sono numerose, in questo articolo ve ne segnalo soltanto alcune. Altre ve le proporrò prossimamente.

Vi segnalo due titoli della casa editrice Babalibri e una collana delle edizioni Bohem Press Italia.
Tutti i libri sono cartonati.

Aspettami! _ Komako Sakai, Hatsue Nakawaki _ Babalibri
A tutti, buonanotte… _ Komako Sakai, Chihiro Ishizu _ Babalibri

Questi due libri sono piccole gallerie d’arte. I disegni ci offrono racconti visivi splendidamente estetici, di una qualità molto alta, risultando comunque adeguati a bambini molto piccoli.
Li consiglio già dai 10/11 mesi.
È importante che l’adulto sia un lettore attento nell’accompagnare il bambino, raccontandogli cosa accade alle figure del libro, sperimentando suoni, rumori e versi.

Aspettami! è legato alla scoperta e alla relazione della bambina con il mondo naturale che la circonda, vorrebbe afferrare gli animali che incontra, ma questi scappano sempre; A tutti, buonanotte… è sul tema della nanna ed è custode di piccole magie, perché anche le mele e il trenino vanno a nanna, non soltanto la bambina protagonista.
Sono libri che i bambini guarderanno con curiosità sicuramente fino ai tre anni (e poi chissà…), per la raffinatezza delle immagini e perché i temi affrontati appartengono a bambini anche più grandi.

Nella collana dei Bohemini-mini di Bohem Press Italia troviamo quattro titoli: Buongiorno sole, Buonanotte luna, Mangiamo!, Ci laviamo!, tutti di Paloma Canonica.

È una collana curata davvero molto bene, i libri hanno una struttura narrativa tra le migliori che ho trovato nelle proposte per i piccolissimi, forse la migliore.

Tutti e quattro si sviluppano nello stesso modo: nelle prime pagine c’è la stessa parola o azione che accomuna oggetti e/o animali presenti nel libro e nelle ultime pagine la parola o l’azione viene riferita al bambino. Troviamo il risveglio alla mattina, la nanna, il mangiare, il lavarsi.
Nell’ultima pagina il bambino è in una stanza della sua casa in cui vive la situazione protagonista del libro e in cui il lettore ritrova gli oggetti e/o gli animali incontrati nelle pagine precedenti.
Nel caso di “Buongiorno sole” la stanza è la camera da letto del bambino, in “Ci laviamo!” la stanza è il bagno.

La figura del bambino è neutra e può essere sia bambino che bambina.

I disegni sono essenziali e ben delineati su un fondo neutro, i colori sono calibrati, la palette è ben precisa ed è la stessa in tutti e quattro i libri, che risultano perciò davvero di facile comprensione.
Li consiglio indicativamente dai 7/8 mesi.